Anticipazione

pons_aelius_bridge

Nella giornata di domani intendo accennare a questo insediamento romano in Inghilterra noto come Pons Aelius.
La località sorgeva nell’attuale Newcastle upon Tyne ed era parte del sistema di fortificazioni del Vallo d’Adriano.
Nota come Novocastro in italiano, è situata sulla riva nord del fiume Tyne a circa nove miglia dal Mare del Nord.

Et voilà, il mito è servito

Non tutti sanno che tra la Grecia e Padova esiste un sottile, ma consistente filo rosso. L’attività dell’Università di Padova è secolare e si inserisce insieme ad altri Atenei nella Scuola archeologica italiana di Atene, fondata nel 1909.
L’ultima scoperta degli archeologi patavini è recente e consiste in uno statere in argento del V-IV secolo a.C. che esibisce il gettonato Minotauro, il labirinto di Cnosso, entrambe evocatori del mito di Arianna e del mostro sconfitto da Teseo, leggendario re di Atene, figlio di Etra e di padre incerto; una “scuola di pensiero lo vuole figlio di Egeo; secondo una variante  di quel lussurioso di Poseidone con cui Etra una notte aveva giaciuto. .

Rimando qui per ulteriori informazioni.

Moneta.jpg

In tema di scoperte archeologiche amo dire che la fortuna è un “must”.
Fu così per il ritrovamento di Porta Rosa nella città magnogreca di Elea/ Velia ( unico esempio di arco a tutto sesto in Italia, va ricordato).

Siamo nel Cilento costiero, quello del quale oggi son noti solo Palinuro e Castellabate.

La costanza e la passione, unito all’intuito degli archeologi, poi , compongono un mix esplosivo.
I ricercatori dell’Università di Padova non son nuovi a queste scoperte che riguardano l’ultima campagna di scavo presso l’area sacra dell’antica città di Gortyna, nell’isola di Creta.