Il Grande Ruccello

Prima di partire alla volta di Salerno, con questo video mantengo fede alla promessa di dedicare tempo ed attenzione ad Annibale Ruccello, filosofo, antropologo e illuminato drammaturgo ingiustamente dimenticato, un grande della cultura non solo napoletana, scomparso precocemente.

Un incidente automobilistico a soli 30 anni mise la parola fine alla sua vita, lasciandoci orfani di un genio che tanto avrebbe ancora potuto dare.

Acclarato e noto per vasta esperienza in campo artistico e raffinata sensibilità, ho dovuto interpellare Franz, arricchendo la mia assai relativa conoscenza di Annibale, nativo di Castellammare di Stabia (Na).

Il materiale nel volume “Carnevale si chiama Vincenzo” di Annabella Rossi e Roberto De Simone è stato raccolto sul campo da Annibale, il cui linguaggio, i detti che ha annotato, detti spiazzanti, nascono da questa forte esperienza di antropologo che gli andrebbe riconosciuta più di quanto non sia stato sinora.

Ricordo qua, tra le tante operazioni culturali, l’ elaborazione di una riduzione teatrale dal romanzo La ciociara di Alberto Moravia.

Ma se avrete la pazienza di assistere al video, riceverete maggiori e documentate informazioni.