Dedicato a Francesco

il

hattin

Ancora nella lista del Palmarès c’è Francesco! Mi complimento per la sua perseveranza.

La battaglia di Hattin si traduce in una clamorosa sconfitta riportata dai crociati che decretò la fine del Regno crociato e la riconquista islamica di buona parte della Palestina.

Da un lato Guido di Lusignano, cavaliere crociato francese che per via matrimoniale divenne Re Consorte di Gerusalemme. Dall’altro il sultano ayyubide An-Nasir Salah ad-Din Yusuf ibn Ayyub, meglio noto tra i cristiani come Saladino.

Le forze in campo il 4 Luglio del 1187? Da parte musulmana venticinquemila o forse trentamila uomini, da parte cristiana ventimila combattenti.

Lo scontro avvenne presso i Corni di Hattin. Guido di Lusignano venne condotto in trappola con il proprio esercito di circa ventimila uomini che rimase senz’acqua nel deserto.

Hattin_immagine3.jpg

Quando il 24 giugno 1187 il sultano passò in rivista le proprie truppe a Tal Tasil, vicino al campo di Tal’Ashtarah, poteva contare su un esercito “numeroso quanto i granelli di sabbia di una spiaggia”, si legge nel De expurgatione Terrete Sanctae per Saladinum: 45.000 uomini, ben 12.000 dei quali erano cavalieri professionisti, giunti da ogni parte del mondo islamico. Le truppe scelte del sultano erano composte da ascari mamelucchi, soprattutto turchi, ma anche da curdi dell’Iran, da armeni e da arabi, quasi tutti ex-schiavi addestrati alle armi; si distingueva, tra questi, il reggimento dei mamelucchi del sultano con le uniformi gialle, archi, mazze e la tipica ghaddara, una verga d’acciaio lunga circa 80 centimetri. Altre informazioni su questo sito.Hattin_Immagine4

La marcia dell’esercito del Regno di Gerusalemme aveva l’obiettivo di soccorrere Tiberiade, assediata da Saladino, ma l’unico che si era opposto con forza ad abbandonare la posizione di Sephorie era stato il conte Raimondo III di Tripoli (1140-1187), benché sua moglie moglie Eschiva (†1187?) fosse assediata proprio a Tiberiade. Solo quando era stato accusato di codardia aveva accettato la decisione del consiglio di guerra.

Re Guido fu catturato in battaglia, così come la “Vera Croce”, da sempre portata in battaglia dai Re di Gerusalemme, ma di cui — a partire da questo giorno — non si sarebbe saputo più nulla.

Furono catturati anche Rinaldo di Châtillon (1125-1187) e molti templari che, al contrario degli altri prigionieri, vennero giustiziati perché si rifiutarono di giurare di non prender più le armi contro Saladino. Dell’esercito crociato, solo duemila uomini riuscirono a ritirarsi dal campo di battaglia, rientrando disordinatamente verso Gerusalemme.

Questa disfatta sarebbe stata il preludio della conquista di Gerusalemme da parte dello stesso Saladino, dopo ottantotto anni di dominio cristiano.

13 commenti Aggiungi il tuo

  1. Francesco Cacciola ha detto:

    Angela non avrebbe fatto e detto meglio. Mi tengo stretto il successo…ma prima di tutto faccio tesoro di queste lezioni cosi preziose arricchite da uno spunto narrativo impressionante e da una cura dei dettagli altamente qualificata. Si vede che il tuo lavoro nasce e attinge dalla madre lingua. Marzia sei una padrona di casa preparata che mette a proprio agio tutti. Bravissima

    1. marzia ha detto:

      Non farmi arrossire, Francesco.
      E’ sempre stata la mia passione, ereditata da papà, devo dire.
      Ora accanto ho un suo saggio “I normanni del Sud” di Norwich..un caposaldo, credimi.
      Alla prossima e grazie per l’incoraggiamento

  2. Francesco Cacciola ha detto:

    Aggiungo leggerti è scoprire…leggerti è come trovarsi in un museo …ammirare meraviglie allestite con eleganza e grande cura. Una meravigliosa narratrice…direi..o una storica con il dinamismo del nuovo secolo. Merce rara

    1. marzia ha detto:

      Mò mi dovrei montare la testa…
      😉

      1. Francesco Cacciola ha detto:

        No dovresti accettare il parere di un lettore appassionato che apprezza la bellezza. Comunicare accennare qualcosa lo possono fare tutti…rendere l aspetto comunicativo intrigante – appassionante come un libro…richiede passione e cura dei dettagli. Per cui nessun parere può smontate o migliorare qualcosa di indubbimente fatto bene.

        1. marzia ha detto:

          Mi arrendo…ma sei generoso. Molti passano e si limitano ad un “like” per questo le tue parole son ancora più preziose.
          Ti sposterai per le ferie?

        2. Francesco Cacciola ha detto:

          No … Abbiamo differenti impegni con ns figlia..una serie di valutazioni ed esami genetici…per cui le ferie a settembre inoltrato. I ns angeli hanno la precedenza su tutto

        3. marzia ha detto:

          Immagino!!!
          Avevo letto un articolo su novità relative all’autismo…te lo posto appena lo ritrovo, ok?

        4. Francesco Cacciola ha detto:

          Si… Ma credimi ormai credo di aver girato il mondo..in merito e non esiste un miracolo…esiste la consapevolezza di avere ( nel mio caso ) una bambina prodigio – che pero potra essere adattata al mondo cinico e reale solo attraverso le giuste terapie educazionali. Lei e’ un alto funzionamento che ha dei margini ampissimi ma bisogna valorizzarli. Non esiste una cura…se non la costanza e tanto amore. Però se lo posti te ne sono grato…per cultura e per addolcire i cuori…questa patologia necessità di essere conaiderata dalla masse…solo cosi la faremo diventare una disabilitata’ da valorizzare e non una disabilita’ di serie b da sottoconsiderare.

  3. caterina rotondi ha detto:

    Ci arrichisci sempre cara Marzia❤
    Ti abbraccio!

  4. newwhitebear ha detto:

    La sconfitta dei crociati ai corni di Hattin in parte è da addebitare ai templari che trascinarono l’esercito crociato nella trappola del Saladino, perché accecato dall’odio verso Raimondo di Tolosa convinse Guido ad abbandonare la posizione sicura dell’esercito crociato per avventurarsi nel deserto senz’acqua. Il resto è storia.
    Ottimo post per spiegare un pezzo di storia poco noto.

    1. marzia ha detto:

      Concordo con la tua analisi; io ho cercato di contrarre il tutto..
      🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...