Udite udite

foto.jpg

Per accennare al “Festival d’Altura” ( il programma del quale lo leggete qua, ndr) si deve parlare del suo fondatore, Franco Arminio.

Da Wikipedia:”Roberto Saviano ha definito Franco Arminio «uno dei poeti più importanti di questo paese, il migliore che abbia mai raccontato il terremoto e ciò che ha generato», citando un suo passo: «Venticinque anni dopo il terremoto dei morti sarà rimasto poco. Dei vivi ancora meno». Il 29 novembre 2010 sempre Roberto Saviano legge una poesia di Arminio in prima serata su Rai 3 nella quarta e ultima puntata di Vieni via con me, nel corso di un monologo sul terremoto dell’Aquila del 2009.

Dal 26 al 29 di questo mese sono state progettate quattro giornate aperte all’ impensato più che alla tradizione. Saranno padrone musiche e dei canti dettati dalla volontà di creare una nuova vita comunitaria nei paesi dell’Italia interna.
Quattro giornate di concerti, performances e laboratori tra il Castello ducale, le piazze, i vicoli e gli slarghi del paese.

Il 28 luglio si potrà assistere ad un colloquio tra Arminio e Brunori Sas, cantautore calabrese protagonista di recente della seconda serata di Raitre.