La città ponte

Immagine9.jpg

Situata nel sud-est della Turchia, Zeugma, deve questo nome alla sua posizione: era collocata nella più antica traversata sul fiume Eufrate.

Il suo etimo deriva da “ponte” o “incrocio” nell’antico greco; infatti la città era all’incrocio fisico tra la principale rotta commerciale est-ovest e la rotta nord-sud lungo il fiume. Zeugma si riferisce in realtà alle città gemelle sulle rive opposte del fiume. Erano insediamenti ellenistici stabiliti dal comandante Seleucus Nicator intorno al 300 aC. 

La scoperta dei magnifici mosaici di Zeugma ha paternità e data: Kutalmiš Görkay   e 2014. Professore di archeologia presso l’Università di Ankara, Görkay diresse una campagna di scavi che avrebbe portato alla luce il ruolo stesso della città turca.

Essa si giovava di un giro d’affari legato alla presenza della legione romana: Zeugma divenne molto ricca. In epoca romana un ponte di legno, attraversando l’Eufrate, congiungeva Zeugma ad Apamea; gli scavi moderni hanno rivelato che vi era un consistente traffico commerciale che legava le due sponde del fiume.

Le decorazioni pavimentali scoperte facevano parte delle case dei patrizi romani.

Le scene, posizionate soprattutto negli ambienti centrali delle antiche dimore, raffigurano vari episodi mitologici. I soggetti venivano accuratamente scelti in base alle stanze a cui erano destinati. Ad esempio, in camera da letto non potevano non trovare posto dei come Eros e Talete. Secondo il prof. Gorkay, i mosaici rispecchiavano gli interessi del padrone di casa: “erano un prodotto di fantasia del patrono […] servivano a dare una buona impressione ai propri ospiti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...