Il bisso di Chiara Vigo: ultima sacerdotessa di un’arte iniziatica

il

Artigianeide

Su un’isolotto della Sardegna vive Chiara Vigo.
Con un formulario segreto ed un giuramento esoterico, ha imparato a tessere la seta del mare, il bisso.

I fili di questa impercettibile seta sono sottili come capelli.
Sono prodotti dal più grande mollusco del mediterraneo, la Pinna Nobilis, il quale vive per venticinque anni.

Per “coglierli” bisogna immergersi in apnea, tagliarli e dissalarli per venticinque giorni.

Per avere cento grammi di bisso ci vogliono dieci anni di pesca.
In cento immersioni chiara raccoglie appena trecento grammi di filo grezzo che diventano poi trenta grammi di filo.

View original post 35 altre parole

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Lettrice Assorta ha detto:

    Ho visto un documentario sul bisso in tv e ne sono rimasta affascinata, si parlava di una reliquia antica intessuta con questo prezioso e difficile materiale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...