1300 anni armeni

il

mio

Oggetto di lusso per studiosi e mercanti, la mappa dal 22 settembre fino al 13 gennaio sarà in mostra al Metropolitan Museum di New York.

Lunga tre metri e mezzo per 120 centimetri, l’ opera vanta un padre nobile, appartenente alla Royal Society: il conte Luigi Ferdinando Marsili. 

Pezzo forte di ‘Armenia!’, ossia una carrellata di 1300 anni attraverso la storia di un popolo che non sempre ha avuto entità statali, ma che sempre si è riconosciuto nelle sue chiese e nei monasteri. 

Luigi Ferdinando Marsili cominciò prestissimo a viaggiare, associando osservazioni scientifiche alla raccolta di dati sull’organizzazione militare. Nel 1671, si recò a Napoli dove visitò i Campi Flegrei e salì sul Vesuvio. Nel 1679 si recò a Costantinopoli, allora capitale dell’Impero Ottomano, dove rimase circa un anno. (  Wikipedia )

Grazie a quel periodo raccoglie numerose notizie sulla religione, le finanze e la cultura materiale dei Turchi, fa trascrivere e tradurre documenti e registra con costanza tutto ciò che osserva e apprende. Questa documentazione, confluita in gran parte nell’opera postuma ‘Stato militare dell’Imperio Ottomano’ , è stata sistemata e indicizzata sotto la supervisione di Marsili stesso ed è conservata presso la Biblioteca Universitaria di Bologna.Luigi_Ferdinando_Marsigli

Il viaggio in Oriente è per Marsili un’occasione per fare esperienza su più fronti: in primo luogo, comincia ad assimilare le regole dell’arte diplomatica e, attraverso la frequentazione di eruditi locali, e raccoglie informazioni sugli assetti politici, amministrativi e sull’ordinamento militare dell’impero Ottomano; continua poi ad accumulare conoscenze nell’ambito delle scienze naturali, conducendo esperimenti sul canale del Bosforo che costituiranno la sua prima opera edita.

L’ambiente di corte si rivela da subito denso di insidie per un ospite curioso come il giovane bolognese, che, dopo alcune esperienze negative, preferisce ricercare informazioni presso gli eruditi locali, con la mediazione di alcuni interpreti.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. annaecamilla ha detto:

    Sarebbe bellissimo da vedere dal vivo💕

    1. marzia ha detto:

      Credo proprio di sì 🙂

  2. newwhitebear ha detto:

    peccato che si debba volare fino a New York.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...