Parola d’ordine: essenzialità

pa00094075

La Chapelle Notre-Dame-des-Champs mi ha subito intrigato, adagiata com’è sulle rive del Tarn a Liaucous, nella regione del Midi-Pirenei.
Il territorio è ricercato per la via ferrata con  passerelleponti di cordaponti tibetani e tirolesi. Ci si arrampica su ripide pareti, ci si inoltra in gole strettissime e c’è persino un breve tratto di volo dell’angelo.

La cappella romanica è connotata da quattro grandi pilastri circolari, formanti una navata con corridoi. La navata centrale è coperta da una pergolato continuo controbilanciato dalle culle perpendicolari alle campate dei collaterali.
All’esterno ci sono due tipi di contrafforti: quelli che corrispondono ai doubleaux sono ovviamente aggiunti (doubleaux : struttura edilizia curva predisposta per coprire la distanza (luce o corda) tra due appoggi verticali (piedritti o spalle) ; gli altri, non molto prominenti, dovevano ricevere la ricaduta degli archi esterni, disposizione dei più frequenti nel 12 ° secolo. Il coro termina con una parete a tre lati. Le pareti laterali del baldacchino furono forate nel XV secolo per la costruzione di due cappelle funerarie.

Sarà la pietra o l’essenzialità della Chapelle Notre-Dame-des-Champs, ma ne son soggiogata..

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...