“Digne d’ un roi ”

Autodidatta, Simon Troger eseguì sculture in legno e avorio, di soggetto sacro e profano, nelle quali si avverte l’influsso del Giambologna e di G. L. Bernini.

Opere sue si ammirano nei musei di Dresda, Vienna e Monaco. 

Il nostro  apprese la scultura e lavorò dal 1721 a Merano con il maestro Schmiedecker come assistente, prima di lavorare dal 1723-1725 a Innsbruck con l’intagliatore Nicholas Moll .

 “Digne d’un Roi”. Sulle statue d’avorio di Simon Troger per Carlo Emanuele III di Savoia ne scrive  Cristina Maritano, Conservatore ceramiche, lapidario medievale e archeologia presso Palazzo Madama, Museo Civico d’Arte Antica.

 Due gli imponenti gruppi in avorio e legno di mano di Simon Troger (1683-1768).

Lo scultore tirolese, maestro dal,1736, aprì bottega nel sobborgo di Haidhausen a Monaco di Baviera ed ebbe tra i suoi mecenati il principe elettore Carlo Alberto di Baviera, dal 1742 imperatore del Sacro Romano Impero con il nome di Carlo VII.

I gruppi, un Sacrificio di Isacco e un Giudizio di Salomone (firmato e datato 1741) giunsero in museo nel 1875 per effetto di un cambio di oggetti con il Museo di Antichità, dove erano stati trasferiti nei primi anni dell’Ottocento dal Castello del Valentino.

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...