Una mostra imperdibile

Siamo rientrati in anticipo però volevo sciogliere il mistero del precedente post, illustrato da parte di un affresco dalla tintoria (fullonica) di Lucius Veranius Hypsaeus, Pompei.

Il ragazzo a sin. spazzola un tessuto, quello a destra trasporta uno stendino a cupola. 
E’ Luisa quella che c’è andata più vicino.

Non è ancora terminata la mostra presso il Museo Nazionale di Napoli dedicato l’archeobotanica che già è stata programmata una mostra nuova per la prossima estate. 
Si tratta della Collezione dei Tessili, che fin dal ‘700 raccoglie rarissimi resti di tessuti ritrovati nelle due città distrutte dal Vesuvio. 

La particolare natura dei materiali tessili ha fatto in modo che essi difficilmente si conservassero fino ai giorni nostri. Gran parte dei tessuti antichi sono stati infatti mangiati da insetti, sono marciti in ambienti umidi o semplicemente si sono deteriorati con l’uso. 

Fra i materiali di maggior rilievo presenti nella Collezione, oltre ai resti di tessuto in fili d’oro, troviamo un rocchetto di legno con filo di setaun panno tessuto in amianto proveniente dalla necropoli di IV sec. a.C. di Vasto; fili di asbesto pronti per la tessitura; il “fiocco”, un insolito oggetto la cui funzione è ancora ignota; un frammento di tessuto in porpora e ororealizzato con un’armatura a tela e decorato con fili o lamine auree, il più antico rinvenimento del genere nell’area occidentale dell’Impero (ma usato soprattutto in Oriente); un tessuto di seta lavorato a maglia che una recente indagine al radiocarbonio ha datato tra il XV e il XVI secolo. Le indagini, ancora inedite, condotte con sofisticati strumenti tecnologici allo scopo di analizzare la natura e la morfologia dei resti campionati, hanno permesso di documentare, tra l’altro, che la seta del rocchetto è seta selvatica prodotta dal lepidottero bombilis e che gli spessi filamenti che costituiscono il “fiocco” sono aghi di pino. 

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. luisa zambrotta ha detto:

    Allora avevo quasi indovinato!
    Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...