Eleganza tutta siciliana


Villa Valguarnera

Se dovessi fornire un breve elenco delle ville superbe di Bagheria sarebbe questo :

  • La Villa dei Mostri: Villa Palagonia
  • Villa Valguarnera, la più sontuosa tra le dimore bagheresi
  • Villa Cattolica, sede del museo dedicato a Renato Guttuso

Ultimato nel 1783 per volontà della principessa Maria Anna di Gravina principessa di Cattolica,il secondo palazzo nel 1712 era ancora incompleto alla morte della sua fondatrice.

Varcato l’enorme cancello di ferro, sorretto da due pilastri in pietra d’Aspra, inizia il lungo viale. Qua devo fare una breve digressione.

Aspra ( unica frazione di Bagheria nella città metropolitana di Palermo ) per generazioni è stata usata per ricavarne blocchi di calcarenite (pietra leggera, di media durezza e facile da lavorare nelle ampie cave a cielo aperto localmente chiamate pirriere) .

Nel 1708 nella tenuta di Valguarnera esisteva già una casina di villeggiatura di stile barocco. Il terreno ove sorge la villa attuale invece, venne concesso dalla famiglia Joppolo, tra il 1712 ed il 1713, e la costruzione del palazzo fu voluto, nel 1714, dalla principessa Marianna del Bosco Gravina, sposata a prime nozze con il principe Emanuele Valguarnera.

Nella elegante dimora trascorse la sua adolescenza la scrittrice Dacia Maraini. La madre di Dacia, la pittrice Topazia, apparteneva infatti, all’antica e nobile famiglia degli Alliata di Salaparuta, proprietaria della villa. Il padre, Fosco Maraini invece, era un etnologo.

Il ricordo della Villa rimase così impresso nella memoria della scrittrice tanto da divenire il luogo nel quale furono ambientati due suoi romanzi diventati best seller: ”La lunga vita di Marianna Ucria” e ”Bagheria”

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Claudio Capriolo ha detto:

    Meravigliose. La Sicilia è davvero uno scrigno di gemme inestimabili.

    1. marzia ha detto:

      Di esse sono io per prima a stupirmene..

  2. titti onweb ha detto:

    La nostra meravigliosa Italia! Grazie Maria💋🌼

    1. marzia ha detto:

      Carissima tu lo sai : la sento come una missione diffondere la bellezza soprattutto se italiana

      1. titti onweb ha detto:

        Fai bene! E le missioni che si sentono sono così importanti!🙏⭐

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...