Un sontuoso museo

L’immagine del post precedente era semplicemente un’autentica maschera da peste del ‘500 made in Germany..

E veniamo al post..

Il Museo Nacional de Cerámica di Valenza è il frutto della tenacia di Gonzales Martí, studioso di ceramica, che scoprì nel 1907 i resti archeologici delle antiche ceramiche medievali di Paterna, collaborando ai primi scavi che vi si svolgevano.

La sua collezione di ceramiche era già considerevole nel 1909, come dimostra il fatto che prestò numerose opere all’Esposizione Regionale di Valencia e all’Esposizione Nazionale, sezione arte retrospettiva, nel 1910, o che il pittore Joaquín Sorolla propose la sua vendita per le stesse date alla società ispanica, un’offerta declinata. Nel 1911 iniziò a studiare piastrelle, viaggiando a Roma per avere uno sguardo ravvicinato sulle piastrelle valenciane delle Sale Borgiane negli uffici vaticani, accolto dall’allora direttore dell’Accademia di Spagna, José Benlliure.

L’esposizione permanente si divide sui tre piani del palazzo. Al piano terra troveremo un corridoio che porta a un patio. Qui troveremo la sala dedicata a eventi e mostre periodiche, oltre alle camere e alla sedia portantina con cui veniva trasportato il marchese di Dos Aguas.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. newwhitebear ha detto:

    splendido museo.
    Buona serata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...