Dedicato a noi donne

E’ molto costoso estrarre il turchese dalle miniere di Neyshabur in Iran, città fondata nel III secolo d.C. come capitale di satrapia sasanide e durante il periodo selgiuchide fiorente centro letterario, artistico ed accademico.

E’ molto semplicemente la ” pietra della turchia “, perché quando questo gioiello è arrivata in Europa, ha attraversato quel paese, ma veniva dalla Persia. I Greci la chiamavano “callaite”. 
E ‘stata una pietra sacra per egiziani, persiani, tibetani, indiani, maya, aztechi e incas. 
Colore blu cielo, blu verde, verde mela quando viene alterata, la sfumatura “turchese” si rivela abbastanza rara. Quando la pietra è attraversata da venature o nuvole marroni, grigi o nere, si chiama “matrice”. 
Riscaldato a 250 ° C, il il suo colore blu celeste diventa verde. Esso può anche cambiare colore sotto l’influenza della luce, del sudore, di oli, cosmetici, prodotti grassi … perdendo il suo contenuto di acqua naturale, si dice che è morto: si scolora o diventa verde. 
La sua durezza dipende dalla sua origine: comincia da 4 (quelli Americani), a 5 (quelli del Sinai) o 6 (quelli della Persia ). I turchesi dell’Iran sono i più popolari. 
La pietra Eilat è una miscela di malachite, crisocolla, azzurrite e turchese.

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...