Afaia e Astarte

No, cara Giusy, non è un biscotto anche se mi piacerebbe pure a me pensarlo…

Un nuovo approccio per la decifrazione del disco di Festo è stato presentato la un anno fa dal dottor Gareth Owens durante un evento organizzato dal Centro nazionale di documentazione (NDC) in collaborazione con l’ Istituto Tecnologico di Creta. L’evento e’ stato organizzato presso la Fondazione Nazionale di Ricerca della capitale dell’ isola di Creta, Heraklion.
Ma cos’è questo oggetto che sembra un biscotto??

Il disco Festo ( 1600 1450 avanti Cristo) è un disco di argilla probabilmente di origine minoica che misura 16 cm di diametro; è stato impresso in entrambi i lati con 242 simboli in un sistema spirale.
Secondo lo studioso Gareth Owens il fronte del disco si riferisce ad una Dea incinta che brilla mentre il retro si riferisce ad una Dea che tramonta, probabilmente la Dea minoica Afaia. Questa interpretazione riguardo al retro del disco è il nuovo elemento aggiunto dal Dr. Owens allo studio del disco.

La Dea Afaia è stata una Dea minoica, identificata con la Dea Diktynna, la dea del parto, ma anche con la luce. La dea alla quale si riferisce il retro del disco potrebbe anche essere Astarte o Venere, ma il fatto che il fronte si riferisca ad una dea incinta, fa credere che il retro parla di Aphaia, Dea del parto.
https://www.typosthes.gr/…/150687_nea-ermineia-gia-ton-disk…

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...