Giasone, Fineo e le Simplegadi

Ancora una volta a condurmi nel mito sempre affascinante è stata una puntata di Rai 2.

Alzi la mano chi non ho sentito mai parlare delle vicende di Giasone, di quel vello aureo che si prepara a conquistare con un lungo viaggio.

Forse di questa avventura è sfuggito un elemento, quello delle Simplegadi. Secondo la leggenda, le Simplegadi erano due piccole isole mobili e fluttuanti sull’ acqua, che, cozzandosi, distruggevano tutte le navi che tentavano di oltrepassarle.

La Nave degli Argonauti che attraversa le Simplegadi è perfino raffigurata nel Palazzo Farnese a Caprarola.

Fineo, indovino cieco, premiò gli Argonauti che lo avevano liberato dalle terribili Arpie con un consiglio: per passare indenni attraverso le Simplega avrebbero dovuto liberare una colomba e lasciarla volare in mezzo alle due isole, se l’uccello fosse passato, potevano tentare anche loro, altrimenti avrebbero dovuto rinunciarci. Abbastanza fiduciosi, gli Argonauti liberarono una colomba che volò in mezzo alle due rocce mentre queste si muovevano e quando esse si urtarono, riuscirono solo a colpire qualche piuma della coda dell’uccello. La nave fu similmente fortunata, riuscì a passare tra le due isole riportando solo pochi danni a poppa.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Sephiroth ha detto:

    Imparo sempre qualcosa qui. 😊

  2. vocidaiborghi ha detto:

    Meraviglioso. Il mito, correlato alla caduta di Fetonte e ben illustrato da Lorenzo Braccesi, rimanda ai traffici culturali e commerciali greci, nella cosiddetta seconda colonizzazione.

  3. Evaporata ha detto:

    Mi hanno sempre affiscinato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...