Il palazzo Donnafugata, una massiccia costruzione scandita in basso da umili portoni, non poteva altro che essere di proprietà di una delle più prestigiose famiglie di Ibla, una famiglia dalle antiche tradizioni e dalle nobili origini, gli Arezzo De Spuches baroni di Donnafugata, località dove sorge il castello di loro proprietà.

Al Teatro Donnafugata, in esso inserito, si accede anche grazie ad una botola; risale alla prima metà del ‘800.

Se qualcuno si fosse goduta la puntata di oggi di ‘Bellitalia‘, l’avrebbe vista.

Nel 1997 per volere dell’avvocato Scucces, proprietario dell’immobile, iniziarono i primi lavori di restauro e recupero del piccolo Teatro di famiglia che iniziò la sua ascesa verso il ruolo che da sempre avrebbe dovuto competergli: quello di “cuore pulsante” dell’intero palazzo.

Caratteristica principale del teatro è la perfetta acustica. L’avv. Scucces ama dire con un sorriso pieno di soddisfazione ed emozione che “nel suo teatro i microfoni sono assolutamente vietati!”.

4 risposte a "Il teatro di Ragusa Ibla"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...