Grazie Giovan Battista

Copia di San Nicola di
Giovan Battista Cavalcaselle

Dal 21.02.2019 al 02.06.2019 una mostra a Palazzo Reale di Milano ha l’intento di indagare l’arte di Antonello da Messina con uno sguardo analitico, preciso, capace di mettere a fuoco ogni singolo tratto della sua tecnica senza eguali. Per questo motivo, accanto alle opere di Antonello, saranno esposti i taccuini di Giovan Battista Cavalcaselle, critico che per primo ricostruì il catalogo dell’artista siciliano.

Ma chi è stato Giovan Battista Cavalcaselle ?
Scrittore, storico dell’arte e critico d’arte italiano, il Nostro nasce nel veronese
e frequenta per qualche tempo gli studi di ingegneria, tralasciati poi per iscriversi all’Accademia di belle arti di Venezia. Abbandonata infine anche quest’ultima, diede inizio a una lunga serie di viaggi che l’avrebbe portato a conoscere direttamente le opere d’arte disseminate in tutta Europa. A piedi, «a piccole giornate – come scrive un suo biografo, il Pognisi – da un paese all’altro, con l’involtino delle cose sue in ispalla infilato in un bastone», visitava chiese, musei pubblici e raccolte private, palazzi, conventi, scoprendo una quantità di opere d’arte delle quali riportava memoria, mediante disegni (era abilissimo disegnatore), corredati da annotazioni riguardanti i caratteri stilistici.

Disegno di Cavalcaselle raffigurante il dipinto L’Incoronazione della Vergine di Girolamo da Udine

Munito di una formidabile memoria visiva e di un notevole senso della qualità della pittura, con l’aiuto dei disegni egli riuscì a confrontare in modo preciso lo stile delle opere vedute a distanza di luogo e di tempo.

Burrascosa fu la collaborazione nel 1867 a Firenze in qualità di ispettore generale del Museo nazionale del Bargello.

Per i suoi studi e le sue capacità attributive è considerato il fondatore della moderna critica dell’arte. Rilevante fu anche il suo apporto alle tecniche di restauro per le quali, nonostante molte difficoltà concettuali, contribuì proponendo nuovi e più aggiornati criteri.

Rimando qui per approfondimenti.