Sacerdotessa della morte

Chi abbia letto Michela Murgia sa di cosa parlo.

Nessuno si sorprenda: fino a qualche decennio fa in Sardegna si praticava l’eutanasia.
Era compito di ”sa femmina accabadora” procurare la morte a persone in agonia.

Questa moderna Atropo arrivava nella casa del moribondo sempre di notte. Fatti uscire i familiari che l’avevano chiamata, entrava nella stanza della morte: la porta si apriva e il moribondo, dal suo letto d’agonia, la vedeva entrare vestita di nero, con il viso coperto, e capiva che la sua sofferenza stava per finire.
Il malato veniva soppresso con un cuscino, oppure la donna assestava il colpo di ”su mazzolu” provocando la morte.

”Su mazzolu” era una sorta di bastone appositamente costruito da ramo di olivastro, lungo 40 centimetri e largo 20, con un manico che permette un’impugnatura sicura e precisa.

In Sardegna s’accabbadora ha esercitato fino a pochi decenni fa, soprattutto nella parte centro-settentrionale dell’isola. Gli ultimi episodi noti di ”accabadura” avvennero a Luras nel 1929 e a Orgosolo nel 1952.

Il termine ”accabadora” viene dallo spagnolo ”acabar” che significa finire.
Il fenomeno riguardò alcune regioni sarde come Marghine, Planargia e Gallura[. La pratica non doveva essere retribuita dai parenti del malato poiché il pagare per dare la morte era contrario ai dettami religiosi e della superstizione.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. newwhitebear ha detto:

    letto il romanzo della Murgia, che a parte alcuni refusi e un finale poco convincente ho trovato veramente suggestivo.

    1. marzia ha detto:

      Lo lessi tempo fa e non focalizzo il finale..

      1. newwhitebear ha detto:

        un finale debole, quando la protagonista finì a Torino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...