L’asse Arabia- Irlanda

Frammento di Avicenna legato al libro del XVI secolo

E veniamo ad accennare al libro misterioso.

La scoperta di un manoscritto datato XV secolo ha rivelato collegamenti tra mondi irlandesi e islamici. A compierla è stato il Professore Pádraig Ó Macháin della University of Cork (UCC – dell’Università Moderna di Irlandese); informato che una famiglia in Cornovaglia si trovava in possesso di un vecchio libro stampato, venne stabilita un’eccitante connessione all’apprendimento medievale irlandese.

Si tratta di un manuale latino tascabile di amministrazione locale, stampato a Londra nel 1534/1536. Ma cosa attrasse lo studioso? La rilegatura che consisteva in un foglio, pieno di testo in irlandese, ricavato da un manoscritto in pergamena irlandese del XV secolo, che era stato ritagliato, piegato e cucito sul dorso del libro stampato per formare una rilegatura robusta.

“L’uso della pergamena tagliata dai vecchi manoscritti come vincolante per i libri successivi non è insolito nella tradizione europea”, dice Ó Macháin, “ma questa è la prima volta che un caso è venuto alla luce di un esempio così chiaro della pratica in un contesto gaelico” .

L’identità del testo è stata stabilita immediatamente; era un frammento di una traduzione in irlandese – precedentemente non registrata – del “Canone della medicina” del medico persiano Ibn Sina (980-1037), noto anche come Avicenna, considerato uno dei medici più significativi dell’età dell’oro islamica.

L’esistenza di questo testo non era finora nota in Irlanda

Il “Canon of Medicine” era una grande enciclopedia medica che, attraverso la traduzione in latino (da cui il testo irlandese è stato tradotto), ottenne una grande popolarità in Europa, dove la teoria e la pratica medica all’avanguardia nel medioevo avevano le loro origini nel mondo musulmano. Il frammento irlandese contiene parti dei capitoli di apertura sulla fisiologia delle mascelle, del naso e della schiena. L’esistenza di questo testo non era finora nota in Irlanda.

Buona Festa

Prima di rivelarvi la scoperta clamorosa, pubblico una foto appena scattata nella chiesa matrice del paese dove vivo.

Si tratta di un polittico cinquecentesto che la famiglia di mia suocera donò alla chiesa.

Con questa immagine auguro a tutti una serena domenica ( in barba al freddo che qua ne sta facendo tanto!)