Ma che bel castello…

Schloss Lichtenstein

A chi non piacerebbe abitare lassù..

Il castello di Lichtenstein è un’attrazione turistica di proprietà privata costruita in stile neogotico e situata nel Giura svevo della Germania meridionale. È stato progettato da Carl Alexander Heideloff ed è stato descritto come il “castello delle fiabe del Württemberg”. Si affaccia sulla valle Echaz vicino a Honau, Reutlingen, nello stato del Baden-Württemberg. Il castello moderno fu ispirato al romanzo Lichtenstein (1826) di Wilhelm Hauff e fu costruito nel 1840-1842.

Le rovine del castello medievale che ha ispirato il romanzo sono a poche centinaia di metri. Il nome Lichtenstein si traduce come “pietra lucente”,

I documenti raccontano che intorno al 1100 un castello appartenente a una famiglia di ministri di conti di Achalm e successivi conti di Württemberg era situato sulla scarpata sopra la sorgente del fiume Echaz.

Del territorio preso gli esperti è noto un pittore.

Non si sa nulla di chi fosse la persona che oggi viene definita il Maestro di Schloss Lichtenstein. Il nome deriva dal castello di Lichtenstein nel sud-ovest della Germania, dove si trovano due ali di una pala d’altare per mano. Sono stati identificati ventuno altri pannelli attribuiti alla sua mano e forse anche originariamente parte della stessa pala d’altare. Sono oggi distribuiti tra i musei di tutto il mondo. L’artista è caratterizzato per lavorare in uno stile di transizione del gotico, simile a quello dei suoi compatrioti, il Maestro dell’Altare di Albrecht e il Maestro viennese della Presentazione di Cristo (1420-1440). Influenze dell’arte gotica italiana (del XIV secolo) e dell’arte contemporanea dei Paesi Bassi. Il Maestro di Schloss Lichtenstein è stato descritto come uno degli artisti più innovativi della sua epoca.

Una delle due ali d’altare del maestro di Schloss Lichtenstein nel castello di Lichtenstein.