Il sivigliano Palazzo della contessa di Lebrija è un gioiello in una città fantastica. Hispalis, e il resti del centro di Italica, è poco distante dalla città attuale.

Situata in Calle Cuna, la nobile magione è divisa in due piani per ospitare una zona abitabile per l’inverno e una per l’estate e si connota per la ricchezza di opere artistiche che esso contiene: infatti la contessa era una grande amante dell’archeologia, e proprio per questo motivo raccolse reperti appartenenti a varie epoche e culture.

Certo è che le tematiche classicistiche, così amate durante in rinascimento europeo, trovarono a Siviglia una miniera d’oro nelle rovine della antica città di Italica, e proprio per questo motivo nel mosaico del cortile principale del palazzo si può ammirare un mosaico romano raffigurante la più classica delle tematiche decorative: un opus sextile dedicato al Dio Pan, la divinità della natura.

Vale la pena visitare la collezione di quadri ospitata al primo piano con opere del “pittore ufficiale della corte spagnola” durante il Secolo d’oro, Antoon Van Dyck, oltre ad un altro dipinto barocco attribuito al Murillo o alla sua cerchia di artisti. Degno di una menzione speciale è poi senza dubbio un ben più recente quadro del pittore Joaquin Sorolla, il capofila dell’Ottocento spagnolo, un maestro dell’innovazione impressionista spesso dimenticato e ingiustamente ignorato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...