Skeggvaldr: la storia, e la lingua, dietro il nome

Ho una formazione da linguista e mi seducono post come quello che ripropongo qui.

Desideto precisare una parola, il Fuþark anticoFuthark antico.

Esso è la più antica forma di alfabeto runico, utilizzata dalle tribù germaniche nei dialetti del germanico nordoccidentale durante le invasioni barbariche tra il II e l’VIII secolo, in iscrizioni su manufatti come gioielli, amuleti, attrezzi, armi e pietre runiche.

Skeggvaldr

Un nome. Una sorta di riferimento per
gli articoli pubblicati su questo blog, ma che in realtà rappresenta molto di
più di quanto si possa pensare. Nel primo articolo, intitolato Iniziazione, si era discusso del senso di questo
blog. Ad oggi, felice del riscontro ricevuto, ho deciso di svelarvi la storia
dietro questo epiteto: Skeggvaldr.

Questo nome è stato formato sul modello dell’onomastica germanica. Presso le tribù germaniche, contrariamente a quanto avveniva a Roma, la differenza tra il nome e il soprannome era fondamentalmente inesistente, mentre i cognomi erano sostituiti dal patronimico (cioè, il nome del padre coniugato al genitivo e seguito dal suffisso -son per i figli, -dóttir per le figlie). La quasi totalità dei nomi germanici era formata da due elementi, la cui scelta aveva significato augurale per il nascituro, pur non essendo necessario che il nome avesse un significato complessivo ben definito.

Il nome Skeggvaldr

View original post 1.546 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...