Si sbaglia di grosso chi ritiene che tra questa immagine e la foto del post precedente non ci sia un nesso!

La squisita antichità del gioielliere Fabergé si ritiene sia stata creata per la famiglia reale russa oltre 100 anni fa; venduta dal comunismo ad una famiglia inglese, era uno dei gioielli dello Zar.

Il modello di una berlina – o berlina – degli iconici gioiellieri russi era uno dei tesori statali sequestrati e venduti dal regime sovietico dopo la Rivoluzione russa.

La sedia, lunga 15 cm e alta 8 cm, è stata realizzata tra il 1899 e il 1903 da Mikhail Perchin, il più importante insegnante di lavoro di Carl Faberge. Le uova di cui si è occupato sono contrassegnate con le sue iniziali “MP”. Ci sono due tipi di iniziali con le quali Mikhail Perchin firmava le sue opere: uno in “corsivo” che sembra coprire il periodo dal 1884 al 1894 circa, uno più preciso, con un punto tra le lettere cirilliche M.P. indica approssimativamente il periodo 1894-1903. L’oggetto in miniatura è stato realizzato in oro, cristallo di rocca, giada e madreperla. Il suo creatore fece quasi tutte le famose uova di Pasqua Faberge che venivano presentate ogni anno alla famiglia reale russa.

Il pezzo finì per essere venduto in un negozio di antiquariato di Londra, dove fu acquistato dall’aristocratico Kenneth Woollcombe-Boyce la cui famiglia raccolse oggetti d’arte e gioielli.

3 risposte a "Tesori imperiali"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...