Anno 1667. Il Re Sole entrando in uno dei più fastosi saloni di Versailles e ignorando gli inchini dei numerosi nobili, comanda che venga portato uno sgabello per la Marchesa di Montespan.

E’ la consacrazione della nuova favorita che non è più la pallida Louise Françoise La Baume Le Blanc, Mademoiselle de La Vallière, nipote del potentissimo Cardinale Mazzarino.

Sedersi davanti al Re è per pochissimi.

Questo straordinario ritratto raffigura, lei la maîtresse-en-titre celebre per la sua bellezza, chiamata la vera regina e nota per le sue argute capacità di conversazione.

Ben informata in politica, nella tela è raffigurata come Diana, dea della caccia.

Come sanno pure i marziani, il Re con Versailles voleva controllare la nobiltà. La sua nascita fu considerata eccezionale e miracolosa: avvenne dopo ventitré anni di matrimonio trascorsi senza che la regina avesse partorito alcun figlio o figlia e dopo quattro aborti spontanei. Aggrappato alla vita lo era Luigi: secondo le cronache, scampò almeno 5 volte alla morte.

Convinto assertore di una monarchia di tipo assolutistico, focoso in amore e capriccioso non poteva bastargli Maria Teresa di Spagna.

3 risposte a "Madame de Montespan (1)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...