Sei vivo, Don Pino

il

Il cambiamento voluto con pacifica determinazione da Don Pino Puglisi non terminò con il suo assassinio il 15 settembre 1993.

Aveva 56 anni e se l’aspettava: la sua attività pastorale – come è stato ricostruito anche dalle inchieste giudiziarie – ha costituito il movente dell’omicidio, i cui esecutori e mandanti mafiosi sono stati arrestati e condannati con sentenze definitive.

Nel 2013 diveniva beato, ma lui era beato già prima per le tante opere coraggiose portate avanti.

Un libro, una storia vera, è nato da quella tragica testimonianza d’amore: La mia vita all’ombra del mare, primo romanzo per ragazzi della scrittrice Simona Dolce che racconta la lotta di Pino Puglisi contro la mafia attraverso gli occhi di Salvatore, uno dei “suoi” ragazzi.

Il protagonista è un ragazzino come tanti: ama il mare, il calcio e gli amici. Cresce però in una realtà difficile e si pone tante domande su Brancaccio, il quartiere in cui vive, e su 3P, padre Pino Puglisi, il sacerdote che non si arrende alle minacce e prosegue con coraggio per dimostrare ai suoi ragazzi che l’onesta è ancora possibile.

Rimando qui per approfondimenti.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. newwhitebear ha detto:

    Un testo testimonianza dell’impegno che questosacerdote ha posto nella sua missione.

    1. marzia ha detto:

      Dovevo dedicargli un breve apporto: è un martire!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...