La stagione mi spinge nelle braccia di un poeta spagnolo che amo molto e che con Quevedo rappresenta la punta di diamante del Siglo de Oro: Luis de Góngora y Argote. Pubblico una delle liriche che mi ha afferrato maggiormente e la lascio prima nella versione originale affinchè si possa ascoltare la sua musicalità.

Soneto

Mientras por competir con tu cabello,

oro bruñido al sol relumbra en vano;

mientras con menosprecio en medio el llano

mira tu blanca frente el lilio bello;

mientras a cada labio, por cogello.

siguen más ojos que al clavel temprano;

y mientras triunfa con desdén lozano

del luciente cristal tu gentil cuello:

goza cuello, cabello, labio y frente,

antes que lo que fue en tu edad dorada

oro, lilio, clavel, cristal luciente,

no sólo en plata o vïola troncada

se vuelva, mas tú y ello juntamente

en tierra, en humo, en polvo, en sombra,

en nada.

Sonetto

Finchè nel gareggiar coi tuoi capelli

oro brunito splende al sole invano,

finchè con sprezzo guarda in mezzo al piano

la tua candida fronte i gigli belli

e inseguono, per coglierlo, il tuo labbro

più occhi che il garofano precoce,

finchè vince sul lucido cristallo

superbamente il gentile tuo collo

godi collo, capelli, labbra e fronte,

prima che quel che nell’età dorata

fu oro, giglio, garofano, cristallo

non solo argento e viola disfiorata

divenga, ma con esso insieme tu

terra, polvere, fumo, ombra, nulla.

7 risposte a "Mientras por competir con tu cabello"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...