glifi sillabica sumera

Che io ami le sfide lo sanno anche su Giove.

Alle spalle ho un pò di filologia, ma germanica non certo sumera, eppure questi segni mi entusiasmano e non solo perchè mi fan viaggiare all’indietro: la scrittura nasce in Mesopotamia (in particolare, dagli antichi Sumeri) intorno al 3000 a.C.

I segni che noi conosciamo ed utilizziamo son realtà ben più complesse di quanto appaiano. Nel linguaggio comune la parola segno indica quello che noi chiamiamo significante.

Ferdinand de Saussure,  linguista e semiologo svizzero, padre della linguistica chiama l’entità presente (che rappresenta, rinvia all’altra) significante; l’entità assente (alla quale rinvia il significante) è il significato.

8 risposte a "Una sfida"

  1. Bellissimo tema. Sai che Ferdinand de Saussure fu importantissimo per la psicoanalisi ed in particolare per Lacan. Dovresti leggerti su Wikipedia la fase dello specchio. Spiega in modo chiaro il complesso edipico. Noi lo usiamo molto in clinica psicoanalitica. Ne parlavamo oggi.

    1. Sì. Partii da Saussure per la mia Tesi di Laurea.
      Credo di sapere a proposito dello specchio, sai…
      Ma vado a leggermi. Lacan? Mi piace tantissimo, Appena mi sento pronta comprerò un saggio suo.
      Comprai ‘L’eclissi dello sguardo’ di Carotenuto. Utilissimo
      Grazie

    2. Leggendo del Doppio, mi è tornata alla mente la dicotomia Heimliche/Unheimliche.
      Non so quanti anni fa lessi questo in rapporto ad una lettura psicoanalitica di Cappuccetto rosso ( se non ricordo male)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...