La “mia” antica Volcei

Avevo aggiornato il mio sito ieri, ma visto l’apprezzamento di amici ho deciso di inserire un nuovo servizio giornalistico.

Stavolta si tratta della storia di Volcei, come prima si chiamava Buccino (Sa).

Solo costruire servizi con la telecamera di mi marito sa entusiasmarmi; sono conscia di offrire un servizio al territorio e non solo ad esso. Chi mai si prende la briga di tirare fuori dalle pieghe di un’area delle storie e imbastirvi su un filmato? Vedo solo prodotti scandenti o, se di buona fattura, superficiali.

Il genio è servito via satellite

Arriva anche in Italia la stagione delle grandi mostre d’arte al cinema.
Attesissimi i primi tre appuntamenti con Manet, Munch e Vermeer
per raggiungere milioni di appassionati in oltre 30 paesi del mondo.
Il primo appuntamento di una nuova avventura è stato votato al genio di Manet.

Manet_LOC

MANET, Ritratti di vita, direttamente dalla Royal Academy of Arts Londra si potrà vedere via satellite giovedì 11 aprile alle 20.

Appuntamento con i nostri Beni

Domani alle ore 11.00 nuovo appuntamento con la rubrica di RAI 3 dedicata ai Beni Culturali.

0217In questo numero: Finanza e tombaroli, una partita ancora aperta; le “aristocase” di Palermo; un servizio votato alla cittadella voluta ad Alessandria dai Savoia; Galilei sulle rive del Lago di Piediluco; nel cuore di Roma, sull’Isola Tiberina legata al culto di Esculapio; la ricostruzione dell’Aquila e gli esperti.

P come pubblicità

La creatività risulta efficace solo quando è in grado di lasciare a bocca aperta. Come davanti a una nuova scoperta.

Così principia un pezzo di Sara Gandolfi relativo alla pubblicità, una sorta di mondo dei balocchi che insegue il consumatore e ne previene il gusto, le aspirazioni, le debolezze.
La mia generazione rammenta bene l’epoca di Calimero e delle pentole Lagostina dove un fumetto smilzo prendeva vita dalle mani del disegnatore.

Ma il mondo della pubblicità muta rapidamente coem muta il costume se non di più!

Abbiamo l’opportunità e la responsabilità di diffondere idee e movimenti sociali che stanno muovendo i primi passi. Noi osserviamo da vicino la cultura e la società. Alcune volte, sembra che precediamo qualcosa, ma di solito è perché cogliamo subito i cambiamenti»

W le musique

Con la direzione di Sir Anthony Pappano ( gettonatissimo direttore di origini italiane, ndr) una musica che non mancherà di deliziare tutti.

Ricordo il compianto maestro Wolfang Sawallisch ( scomparso solo 3 anni fa, ndr) , Eva Mei soprano, Daniela Barcellona mezzosoprano, Matthew Polenzani tenore, Roberto Scandiuzzi basso e l’Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Giocare con l’Arte

Immagine

Forse non si giustifica nemmeno così il Lotto, ma l’idea è carina..
Il Gioco del Lotto per Tiziano” ti invita a partecipare al suo concorso. Sono stati messi in palio ingressi all’inaugurazione della mostra, ingressi e visite guidate per gli under 30 e laboratori “Io gioco con l’arte. Tono su Tono”. Per partecipare
http://www.lottomatica.it/lotto/home/index.html

Guardiamo la radio, oh yesss

C’è una bella novità per la radio. ora si vede! Mi piacerebbe sapere che ne pensate…

Immagine

Copio e incollo a beneficio di tutti.
Radio3 si vede!
Non è televisione: è l’esuberante indisciplina della radio, la sua capacità di attecchire altrove. Entra negli studi di via Asiago e segui le dirette dei tuoi programmi preferiti.

Facci sapere com’è andata a: radio3web@rai.it

Accendiamo la radio, è meglio!

Lascio di seguito per chi fosse interessato alla radio la programmazione di Fahreneit di RAI 3.
Lunedì 25 lo storico Franco Cardini ci porta a passeggiare per Gerusalemme. Una storia. Il libro del giorno è I disorientati di Amin Maalouf, il tentativo di un bilancio di una generazione fra Parigi e Beirut.

bbf7ce52fe6a6d9daa98834dff2ac24b
Martedì 26 è il turno di Moni Ovadia che invoca “Madre dignità” per parlare a nome degli ultimi e dei diserati, mentre Romano Luperini ci racconta giovinezza e tentativi di rivoluzione nel suo romanzo L’uso della vita 1968.

Mercoledì 27 avranno voce “I tredicimila ragazzi italo libici dimenticati dalla storia”, di Grazia Arnese Grimaldi, sono quelli che vennero obbligati a “vacanze” in colonie fasciste per ritrovare le famiglie solo dopo la guerra.
images

“L’equazione africana” di Yasmina Khadra è la storia di un sequestro di un medico tedesco da parte di bande islamiste.

Giovedì 28 su queste frequenze “Il realismo è l’impossibile”, sostiene Walter Siti, che lo difende e propone come raffinata tecnica dell’inganno.

Venerdì 1, una puntata sui viaggi. La direzione dei viaggi è cambiata, non più da ma ora verso “Hotel Albania”, con i giovani delle seconde generazioni che tornano a scoprire le loro radici, come racconta Francesco Vietti.

Layout 1